CASTREZZATO: L’undicesima edizione del Rally della Franciacorta, ultimo appuntamento delle quattro tappe del “Trofeo Michelin Rally Show Cup 2018”, che raccoglie il testimone dell’edizione del 2017 “Rally Circuit” si correrà nelle giornate sabato 3 e domenica 4 novembre è ai nastri di partenza. Per celebrare questo importante traguardo gli organizzatori, patron Ettore Bonara coadiuvato dal tandem Gianluca Marotta e Francesco Tartamella non hanno lesinato sforzi sia sotto l’aspetto logistico che investimenti mediatici. Questo è un appuntamento motoristico che continua nella tradizione motoristica dell’impianto in Franciacorta, con un “menu” per palati fini: cinque prove speciali nelle due giorni che si concluderanno con il classico “uno contro uno” con la ps “Daniel Bonara Tribute” nella giornata di domenica 4 novembre. Quindi per gli oltre 60 equipaggi al via che accenderanno i motori sabato 3 novembre tutto è pronto. Al via oltre 15 vetture wrc intramezzate da filanti e potenti R5, piloti che spaziano su tutto il nostro territorio nazionale, dai bresciani Luca Pedersoli con una sorpresa firmata Citroen che vorrà bissare la vittoria di febbraio, all’instancabile Alex Caffi a bordo di Mitsubishi gruppo N, allo squadrone griffato Mini di Nicola Novaglio, che ha nel suo team piloti dal calibro di Davide Valsecchi, la voce dei box di formula uno, al campione delle due ruote Lorenzo Zanetti, al poliedrico Ilario Bondioni. Dalla bergamasca arriva il “funambolico” Alessandro Perico, a Giacomo Ogliari il primo a iscriversi, pilota che nelle ultime edizioni è sempre andato a podio, alla famiglia Re, il papà Felice e il figlio Alessandro. Dalla calda Sicilia FoFò di Benedetto che corre per i colori della “DP Autosport” di Alessandro Pedrocchi con una performante Skoda Fabia R5. Dal Piemonte, l’ex campione italiano Pierino Longhi al debutto di una Hyundai I20, ma oltre ai piloti saranno protagonisti i bellissimi esemplari di vetture che vanno dalle performanti e collaudate Fiesta wrc, Citroen Ds wrc, alle veloci Skoda R5. C’è soddisfazione e orgoglio nelle parole di Ettore Bonara patron dell’Autodromo “Non abbiamo voluto né cercato un grande numero di iscritti, abbiamo insieme ai miei collaboratori, voluto un parco partenti importanti sia sotto il profilo professionale, di guida per entusiasmare il pubblico che come ogni anno è presente sulle tribune e infine cercare di avere vetture di qualità, tante wrc sono la testimonianza che la strada intrapresa è quella giusta”.

Attilio Tantini
Ufficio Stampa Autodromo Daniel Bonara